“Oggi vincono le donne”

OYSHO INSIEME A PIÙ DI 70.000 PERSONE ALLA RACE FOR THE CURE DI ROMA

 

 

 

 

22 maggio 2018 – Lo scorso weekend Oysho ha partecipato per il quarto anno alla Race for the Cure di Roma, la corsa solidale con più partecipanti al mondo, in qualità di Local Major Partner.

 

Nel corso delle quattro giornate della manifestazione, dal 17 al 20 maggio, Oysho ha organizzato varie attività presso il proprio stand per coinvolgere i partecipanti.

 

Venerdì e sabato, circa 150 persone hanno potuto assistere a due masterclass di yoga dinamico, lezioni per tutti i livelli nella cornice unica e spettacolare del Circo Massimo. Sulla scia delle grandi lezioni di yoga organizzate dal brand a Milano, Barcellona, Madrid, Shanghai, Oysho ha così convertito uno spazio urbano in un’area di benessere.

 

La manifestazione è terminata la domenica con la tradizionale ed emozionante corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km.

Oltre 70.000 persone si sono ritrovate al Circo Massimo di Roma per partecipare alla corsa passando per i luoghi più rappresentativi della capitale, come il Colosseo, l’Altare della Patria e i Fori Imperiali.

 

Il Team Oysho e tutti i partecipanti della Race sono passati sotto l’arco del brand e, accompagnati dallo slogan “Oggi vincono le donne”, sono arrivati al traguardo.

 

Oysho, che è già sponsor della Carrera de la Mujer in Spagna e Messico, della Corrida da Mulher in Portogallo e della Race for the Cure in Grecia, ha deciso di rinnovare il suo impegno in Italia unendosi alla Race for The Cure di Roma, per supportare ancora una volta le donne anche nelle loro battaglie più difficili, promuovendo così l’importanza della prevenzione e di uno stile di vita sano.

 

 

 

Oysho, marchio appartenente al Gruppo Inditex, nasce nel 2001 per offrire lingerie, sleepwear, gymwear, beachwear e accessori originali ad un pubblico femminile e moderno. Oysho conta attualmente 674 punti vendita distribuiti in 54 paesi, 44 dei quali si trovano in Italia e con l’e-commerce oysho.com è presente in 33 paesi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *