FARMACI: ITALIA A DUE VELOCITA’. CHI NE USA TROPPI E CHI SI RIVOLGE ALLA MEDICINA ALTERNATIVA

1 Italiano su 5 si affida alla medicina alternativa. Di questi il 20% sceglie la Chiropratica. Che può dare risposte a molti problemi diversi

Gli Italiani assumono troppi farmaci. Secondo l’AIFA, agenzia italiana del farmaco, gli abitanti del Belpaese assumono una pillola e mezzo al giorno a testa, per una spesa pari a 29 miliardi di euro. Paradossalmente, in molti casi l’assunzione delle medicine viene interrotta prima di quanto prescritto dal medico, rendendo di fatto il farmaco inefficace. Se però in molti abusano dei farmaci, ci sono tante altre persone preoccupate proprio dalle conseguenze che i farmaci possono avere sulla salute e preferiscono curarsi con metodi alternativi. Nel 2017 erano 13 milioni gli italiani che avevano deciso di non affidarsi alla medicina tradizionale, un italiano su 5. Di questi il 20% ha scelto la chiropratica.

Diversi i campi di applicazione di questa disciplina. «Molti si rivolgono a noi per problemi legati ai colpi di frusta – spiega il Dottore in Chiropratica Giancarlo Viano, dell’Associazione Italiana Chiropratici – un malessere che può essere dovuto al classico tamponamento in auto, ma anche ad incidenti sportivi, dallo sci alle arti marziali. A seguito di un attento controllo e valutazione dell’assetto e della funzionalità vertebrale e muscolare cervicale, e anche del resto della colonna, il Dottore Chiropratico si adopererà per ripristinare i corretti equilibri attraverso uno o più aggiustamenti vertebrali». Attualmente la chiropratica è uno dei metodi di cura naturale più diffuso al mondo e la terza professione sanitaria negli Stati Uniti per numero di praticanti. Si concentra sul trattare le cause che provocano i problemi fisici, invece di trattare i sintomi. «Consiste “nell’aggiustamento” manuale delle vertebre che presentano disequilibri o alterazioni che si riflettono sul benessere di tutto l’organismo – spiega ancora il dottor Giancarlo Viano». Oltre al mal di schiena, principale problema comune per cui ci si rivolge alla chiropratica un’altra patologia che può essere alleviata tramite questo tipo di trattamento è il dolore mestruale. «Il cervello invia continui stimoli ad ogni parte del nostro corpo – spiega il Dottore in Chiropratica Daniel Rigel, dell’Associazione Italiana Chiropratici – quando traumi fisici o psichici sollecitano in maniera scorretta dei punti nevralgici, come la colonna vertebrale, si interrompe la corretta trasmissione degli impulsi e di conseguenza il funzionamento dei vari organi. Intervenendo con un adjustment chiropratico manuale e strumentale è possibile ristabilire l’armonia nella trasmissione degli impulsi e quindi il benessere psico-fisico della persona, in questo caso intervenendo sui disturbi mestruali in maniera naturale e non invasiva».Ripristinando in maniera naturale il benessere psico-fisico delle donne si offre la possibilità di non fare ricorso esclusivamente a soluzioni invasive, come l’utilizzo frequente di antinfiammatori non steroidei che a lungo termine possono provocare problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *