Dolori mestruali: ecco gli esercizi per ridurli

Nel nuovo libro “Il reset ormonale” la dott.ssa Serena Missori indica quali esercizi combattono i dolori e il grasso, soprattutto addominale

La sindrome premestruale può avere diversi sintomi, che variano da donna a donna. Ma spesso uno dei più comuni è il dolore pelvico che può essere alleviato con appositi esercizi fisici. Il “gatto”, i rolli laterali e la “farfalla” sono i tre esercizi che non possono mancare e a cui se ne possono aggiungere anche altri se – oltre al dolore pelvico – vogliamo contrastare i chili di troppo (soprattutto se concentrati nella parte addominale).

Ma in cosa consistono questi esercizi?
E quali sono, nello specifico, quelli che ci aiutano a combattere i chili di troppo (oltre il tanto fastidioso dolore pelvico)?

Ce li spiega la dott.ssa Missori, da poco tornata in libreria con “Il reset ormonale: dal ciclo alla menopausa senza stress” (Edizioni Lswr).

Il libro è il testo di riferimento essenziale per chi soffre di sindrome premestruale, endometriosi, ovaio policistico, dominanza estrogenica e menopausa, offrendo alle lettrici tutto quello che c’è da sapere per creare un’alimentazione funzionale e personalizzata per combattere fastidi, sbalzi ormonali, aumento di peso e dolori.


Il gatto
L’esercizio è utilissimo per alleviare il dolore addominale premestruale e mestruale.Posizione a carponi. Inarcare leggermente la schiena inspirando e curvarla espirando. Ripetere 20 volte per 3 settimane. Da alternare ai rolli laterali.


Rolli laterali
Sdraiarsi a terra. Portare le ginocchia al petto e afferrarle conle mani. Dondolare a destra e a sinistra senza cadere a terra.Con questa tecnica si rafforza l’addome, si massaggia la schiena e si massaggiail colon.


La farfalla
Questo esercizio migliora l’irrorazione pelvica, riduce le contrazioniuterine e il dolore.Seduta a terra, unisci la pianta dei piedi, mani davanti ai piedio poggiate sulle caviglie, oscilla con le anche con un ritmosempre più veloce cercando diarrivare il più possibile con leginocchia a terra. Con il tempole anche si sbloccheranno e tisentirai molto più flessibile.


E per combattere i chili di troppo?
Soprattutto se il grasso è localizzato a livello toracico e lombare, si possono aggiungere altri esercizi come:


Il vacuum
Il vacuum lavora sul grasso visceraleed è utilissimo contro la diastasidei muscoli retti nel post partumo quando la pancia è molto prominente.Facilita la peristalsi e la digestioneed è molto utile la mattina adigiuno.In piedi, con le ginocchia leggermenteflesse e le mani appoggiate sullecosce, inspirare ed espirare. A polmonivuoti, retrarre la pancia in dentroe verso l’alto (si dovrebbe avvertire una trazione a livello della gola). Mantenere la posizione per 4-6 secondi, quindi mandare la pancia in fuori inspirando.Ripetere 5-10 volte.


Il vacuum twist: il re della pancia piatta
Consente di ridurre velocemente il girovita.Eseguire il vacuum ma rimanere nella posizione eretta e tenendole mani dietro la nuca. Nel momento di retrazione dellapancia, mantenendo il bacino fermo, ruotare con il bustoverso destra e sinistra per 4-6 volte, poi rilassare la panciae respirare lentamente. Ripetere 10 volte. Si può eseguire inqualsiasi momento della giornata.Evitare la tecnica del vacuum se si soffre di pressionealta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *