Contagio per Morbillo a Bari: nuovo test molecolare veloce……….

…………..pronto da adottare dai laboratori analisi di tutti gli ospedali

E’ di questi giorni la notizia dei casi di morbillo a Bari che pone occasioni di approfondimento anche sulle metodologie di rilevazione e segnalazione della malattia e sulle tempistiche di intervento. Clonit, società specializzata nel biotech, ha puntato sulla tecnologia molecolare per realizzare una nuova soluzione per la diagnosi del morbillo, unica in Italia, che consente di individuare velocemente (circa due ore) il genoma del virus anziché attendere i tempi di formazione e rilevazione degli anticorpi come nelle analisi di laboratorio tradizionali che possono richiedere anche più giorni. Il morbillo è prevenibile con un vaccino che esiste da oltre 50 anni. Tuttavia questa malattia, altamente infettiva, è tra le principali cause di mortalità infantile globale (si stimano circa 450 morti ogni giorno in tutto il mondo). L’Italia è tra le zone con elevata incidenza (numero di casi per milione di abitanti). In particolare nella regione europea i casi di morbillo nei primi sei mesi del 2018 hanno raggiunto livelli (recor(fonteOMS www.euro.who.int/en/media-centre/sections/press-releases/2018/measles-cases-hit-record-high-in-theeuropean- region).

 

Per questa patologia sussiste un obbligo di segnalazione agli organi competenti e per favorire il raggiungimento degli elevati standard di qualità negli accertamenti previsti  all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Laboratorio Nazionale di Riferimento per morbillo e rosolia coordina la Rete Nazionale di Laboratori di Riferimento (MoRoNet)  http://moronetlab.it/). Clonit (www.clonit.it) si propone in qualità di partner nella fornitura ai laboratori di analisi di un nuovo kit per la diagnosi molecolare del morbillo, una soluzione certificata CE-IVD che offre efficienza di processo e sicurezza di referto, il primo del genere nel settore. La nuova soluzione per la diagnosi veloce del morbillo è stata presentata da Clonit in occasione del Congresso Nazionale di AMCLI a Rimini (10-13 novembre 2018). Carlo Roccio, biologo e amministratore delegato di Clonit afferma che: “Questa rapidità dei risultati del test Clonit è possibile grazie alla diagnostica molecolare perché il riscontro positivo dell’RNA specifico evidenzia la presenza diretta del microrganismo nel materiale biologico di partenza e, quindi, permette una diagnosi specifica dell’agente infettante con tempi molto più rapidi (circa 120 minuti) rispetto alle normali tecniche microbiologiche. Più in dettaglio il kit diagnostico dedicato al morbillo (quanty Measles), attraverso le informazioni ottenute sequenziando il RNA, ricerca il microrganismo differenziandolo immediatamente per tipologia e attraverso la Real Time PCR (reazione a catena della polimerasi o PCR) e si può ricavare un dosaggio quantitativo del microrganismo per seguire l’evoluzione della terapia e per la corretta diagnosi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *