Gli italiani in smart working si concedono più pause. E riscoprono il beneficio della pennichella 

La pandemia ha inevitabilmente modificato i ritmi lavorativi, in particolare di chi lavora in ufficio. E’ cambiato anche il modo di lavorare: il 44% degli italiani ammette di fare più pause mentre lavora da casa rispetto a quando è in ufficio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il dato emerge nell’ambito di un’indagine svolta in diversi paesi da Readly, il servizio di abbonamento alle riviste digitali, e YouGov[1]. Per rilassarsi nei momenti in cui staccano dal lavoro, gli italiani prediligono attività qualiguardare una serie TV o un video su YouTube (39%) o dare un’occhiata ai Social Media (35%). Ma, a sorpresa, il 20% dei nostri connazionali si rigenera con un sonnellino.

Oltre un quarto degli italiani preferisce poi dedicarsi alla lettura di libri (27%) e riviste (9%) e all’attività fisica, come ginnastica e stretching, o a una passeggiata (25%). In alternativa, la pausa viene utilizzata per chiacchierare con amici e famigliari (23%); un quinto degli intervistati ammette invece di approfittare per un sonnellino (19%).

 

Quando interpellati sull’attività che più li rilassa, gli italiani mettono al primo posto la lettura (35% libri e 7% riviste), seguita dalle serie TV (26%) e dal riposo (29%).

 

La pandemia ha profondamente modificato le nostre abitudini, scandendo anche in maniera nuova i nostri orari; in generale è aumentato il tempo libero, e cresce anche l’interesse per la lettura. Le oltre 5000 riviste di svariate categorie fruibili attraverso Readly in ogni momento da smartphone e tablet offrono la possibilità di dedicare le proprie pause, anche quelle più brevi, a un interesse o ad approfondire notizie e passioni”, afferma Marie Sophie Von Bibra, head of growth di Readly per l’Italia.  “Il potere rilassante della lettura è confermato da Mindlab International dell’Università del Sussex: secondo i ricercatori, infatti, leggere per sei minuti al giorno riduce il livello di stress fino al 68%”, conclude Von Bibra.

[1] Indagine condotta dall’istituto di analisi YouGov. Sono state effettuate 1079 interviste CAWI a italiani maggiorenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *