POLICLINICO SASSARESE: E’ OPERATIVO IL MAMMOGRAFO

Si tratta di un’apparecchiatura top di gamma in grado di acquisire immagini in 2D e 3D e con mezzo di contrasto caratterizzata da una dettagliata rilevazione dei dettagli clinici e da un’elevata sensibilità diagnostica

Al Policlinico Sassarese è operativo un mammografo di ultima generazione. La struttura di viale Italia inizia il nuovo anno con l’ampliamento dell’offerta sanitaria per la diagnosi dei tumori della mammella con l’acquisizione di un’apparecchiatura che rappresenta il top di gamma delle tecnologie presenti sul mercato. Prosegue così il potenziamento del settore dell’imaging radiologico, che può contare su un reparto completamente rinnovato e su spazi recentemente ristrutturati, accoglienti e funzionali, dotato nei mesi scorsi anche di una nuova risonanza magnetica.

Il Policlinico Sassarese ha a cuore la salute delle donne. La mammografia è, infatti, un esame fondamentale per la prevenzione del tumore al seno, poiché è in grado di individuare anche lesioni del tessuto mammario di piccole dimensioni e consentire, quindi, una diagnosi precoce della neoplasia.

   “L’apparecchiatura installata al Policlinico Sassarese – spiega Gianemilio Zincone, direttore della Radiologia – è stata installata alla fine dello scorso anno e ha richiesto una specifica taratura e una formazione del personale di un paio di mesi. Quando arriveremo a regime, potremmo eseguire 20-30 esami al giorno. Per consentire alle donne che si rivolgono al Policlinico Sassarese un percorso diagnostico completo, nella nostra radiologia è possibile sottoporsi contestualmente all’ecografia mammaria e stiamo programmando con l’Unità Operativa di Chirurgia Generale l’esecuzione di biopsie in caso di sospetto tumore”.

Il mammografo in dotazione al Policlinico è in grado di acquisire immagini in 2D e in 3D di altissima qualità ed è caratterizzato da una dettagliata rilevazione dei dettagli clinici e da un’elevata sensibilità diagnostica.

   “Il dispositivo – prosegue lo specialista – è dotato di una tecnologia, detta tomosintesi, che, rispetto alle macchine di un tempo, consente una valutazione più accurata della mammella, in quanto ne scompone lo spessore in più strati, e l’individuazione di piccoli noduli anche in presenza di un tessuto ghiandolare molto denso. Inoltre, è già predisposto per l’esecuzione di mammografie con mezzo di contrasto per studiare i noduli e la loro vascolarizzazione benigna o maligna, un’ulteriore innovazione nella diagnostica senologica”.

L’offerta del Policlinico Sassarese è ulteriormente caratterizzata, grazie alla recente installazione della nuova risonanza magnetica, dalla possibilità di eseguire esami senza mezzo di contrasto per lo studio di donne portatrici di protesi e da indagini con mezzo di contrasto per studiare la caratterizzazione e la stadiazione dei tumori del seno.

Quando e come sottoporsi alla mammografia

La mammografia è un esame, a prescindere dalla presenza di sintomi o casi in famiglia, indicato alle donne dai 40 anni in su, in quanto, a partire da quest’età, cresce l’incidenza del tumore mammario.

La dose radiogena impiegata nell’eseguire una mammografia, anche nella modalità in tomosintesi, è estremamente bassa.

Gli esami si possono prenotare tramite il Cup del Policlinico Sassarese al numero 079-222777 o online, cliccando sul banner presente sul sito www.policlinicosassarese.it, in regime privatistico e a un costo calmierato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *